moxa

Il calore che cura

Con il termine moxibustione, si intende l’applicazione prolungata di calore su specifici punti del corpo, in corrispondenza di meridiani e agopunti. La moxibustione è una tecnica cinese, di origine tibetana.
Artemisia vulgaris è il nome scientifico della pianta arbustiva utilizzata nella moxibustione. Conosciuta anche come assenzio cinese o semplicemente moxa, questa pianta, appartenente alla famiglia delle Asteracee, ha una peculiarità, quella di irradiare, quando brucia, una temperatura di circa 500/600 gradi, frequenza simile all’infrarosso, terapeuticamente molto efficace. Il calore irradiato dalla pianta non fa altro che ripristinare il flusso ordinario dell’energia e del sangue nel corpo, ristabilendo l’equilibrio psico-somatico. In linea con la tradizione della Medicina Cinese, l’applicazione è teoricamente identica a quella dell’agopuntura, si basa sugli stessi principi fondamentali e sugli stessi punti. Moxa  e artemisia sono efficaci contro le patologie riconducibili alla presenza di Freddo, Caldo o Umidità all’interno del corpo, siano queste di provenienza esogena oppure endogena. Indicata nelle malattie croniche e nei dolori articolari in genere.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: